La manutenzione dei pannelli solari




Oggi parliamo di manutenzione degli impianti fotovoltaici, dal momento che sono in molti a chiederci consigli su quando, come e se farla.

Innanzitutto è bene specificare che quando si parla di manutenzione ci si riferisce all’intero impianto, che è composto sia dai pannelli fotovoltaici che da componenti elettriche ed elettroniche: per entrambi é consigliata la manutenzione, ma con cadenze e modalità differenti.

Proprio perché la manutenzione include l’ispezione delle parti elettriche ed elettroniche, molte aziende, in cambio di un canone aggiuntivo, offrono un pacchetto di pulizia annua a volte correlato a un’estensione di garanzia per esempio da 25 a 35 anni per i pannelli e fino a 10 anni per l’inverter (anche noi di Enre Energy & Resources che installiamo impianti fotovoltaici a Milano e in tutta Italia, forniamo un servizio simile).

Chi non ha disposto alcun canone per la manutenzione del proprio impianto, può rivolgersi periodicamente al suo installatore di fiducia per la pulizia e le ispezioni.

A meno che non siate un esperto del settore, vi sconsigliamo la manutenzione ”fai da te” sia dell’inverter e delle componenti elettriche, sia della funzionalità dei pannelli fotovoltaici.

Inoltre, per motivi di sicurezza, anche per il "banale" lavaggio dei pannelli solari sconsigliamo il "fai da te", soprattutto se i pannelli sono posizionati su tetti con falde inclinate: meglio non correre rischi inutili e affidarsi agli specialisti, che sono dotati di tutte le misure e le attrezzature di sicurezza necessarie.

(Rieditato da: Enre Energy & Resources - Impianti fotovoltaici Milano)



Quando effettuare la manutenzione?

Per quanto riguarda le parti elettriche e l’inverter è presto detto: vanno controllati lo stato di usura e la funzionalità annualmente, in modo da evitare guasti che possono risultare onerosi o perdite di produttività.

Il primo segnale da monitorare è la eventuale perdita di produttività dell'impianto, che consigliamo di tenere sempre sotto controllo.

Per quanto riguarda i pannelli solari, il più delle volte a occuparsi della loro manutenzione sono le precipitazioni in quanto gli impianti fotovoltaici non necessitano di particolari attenzioni, a meno che non si registri una improvvisa perdita di produttività, che potrebbe indicare un danno ad una cella o depositi di sporcizia che impediscono il suo corretto funzionamento.

Di media il lavaggio professionale dei pannelli solari va effettuato ogni due anni, ma ciò può variare a seconda delle condizioni climatiche, dell’ambiente, del tipo di precipitazioni, etc…

Di fatto se nelle condizioni migliori i pannelli solari possono essere definiti autopulenti, nelle circostanze peggiori potrebbero necessitare di un lavaggio mensile! L’unico modo per capire quando lavare i pannelli solari è effettuare “controlli visivi” almeno una volta al mese.
(Rieditato da: Enre Energy & Resources – Impianti Fotovoltaici Milano)


Eccovi alcuni suggerimenti di base per la manutenzione o il lavaggio dei pannelli solari:

  • Tenere sotto controllo il rendimento dei pannelli solari attraverso gli strumenti di monitoraggio che consentono di controllare l’irraggiamento, la temperatura e l’energia prodotta. È bene controllarli costantemente così da intervenire velocemente nel caso dovessero verificarsi anomalie.
  • Per una produzione ottimale è importante che i pannelli fotovoltaici siano puliti. Se pollini e polveri possono essere rimossi dalle precipitazioni, è importante provvedere a rimuovere fogliame, residui di corteccia o resina, come pure escrementi di animali. Le foglie rappresentano uno dei principali impedimenti al funzionamento di un pannello fotovoltaico. Se l’impianto è installato in prossimità del mare, anche la salsedine, formando una patina opaca sui pannelli, contribuisce a ridurre la produttività.
  • Come per ogni strumentazione elettrica, è buona prassi controllare la garanzia del prodotto e confrontare le reali performance con quelle garantite dal produttore dei pannelli solari che avete installato. Sul mercato alcuni marchi garantiscono un rendimento lineare sulla potenza del modulo per un periodo di 25 anni e oltre, altri persino di 30, con un calo di performance di solo il 4%. I pannelli fotovoltaici dei migliori marchi hanno una garanzia del prodotto che copre fino a 10 anni i difetti sulla lavorazione e sui materiali.


Come pulire i pannelli solari?

A titolo informativo, dal momento che sconsigliamo come abbiamo detto per motivi di sicurezza il “fai da te”, vanno evitati detergenti/diluenti domestici, di solito troppo aggressivi, e idropulitrici.

Spugne non abrasive, acqua calda o prodotti specifici e spazzole con setole morbide e flessibili sono la soluzione ideale.
(Rieditato da: Enre Energy & Resources – Impianti Fotovoltaici Milano)